L'Associazione "Il Capolinea" nasce formalmente nel 2003 per opera di un gruppo di amici che condivide la stessa passione: gli autobus d’epoca.

Il principale obiettivo, infatti, è quello di conservare la memoria di quello che è stato il trasporto pubblico collettivo nelle nostre città, attraverso quegli autobus che, fin da bambini, ci hanno trasportato avanti e indietro accompagnandoci con quei loro odori, rumori, movimenti e tutti gli altri particolari che, inesorabilmente, il normale progresso tecnologico stava pian piano facendo scomparire già dalla fine degli anni ’90.

E’ grazie ad iniziative come la nostra che oggi si possono continuare ad ammirare quei veicoli, dotati di quelle enormi emettitrici di biglietti che erano installate a bordo, oppure della tavoletta di legno vicino alla porta posteriore dove tanti anni fa c’era il bigliettaio, per non parlare delle maniglie cromate che, sbuffando, facevano aprire le porte o le fioche lampadine da 15 watt che illuminavano l’interno della vettura.

Conservare questi vecchi autobus non è facile, per la scarsità di ricambi, per gli alti costi di manutenzione e ricovero, per la normativa scarsa e lacunosa che aumenta le difficoltà burocratiche.

 

La nostra collezione è privata, tuttavia i nostri mezzi sono presenti tanto alle allegre feste di paese quanto alle manifestazioni di rilievo ed interesse storico, quali anniversari e sfilate, nonché usati come simpatiche comparse cinematografiche.

 

Rimanete in contatto con noi attraverso la nostra pagina Facebook per tutti gli aggiornamenti!!!

 

Sito realizzato in collaborazione con


Il contenuto della pagina è aggiornato al 23/09/2017

Questo è un sito web amatoriale senza scopi di lucro con aggiornamenti aperiodici: ai sensi della legge 7/3/2001, n. 62, si dichiara questo sito non rientrante nella categoria di "informazione periodica"
E' vietata la riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione. Tutte le immagini, se non diversamente specificato, appartengono ad Associazione "Il Capolinea" e ad Arancione di Genova © 2010÷2017